MORTADELLA-BOLOGNA-ORIGINE

PRODOTTO TUTELATO:
Mortadella Bologna IGP

CONSORZIO MORTADELLA BOLOGNA
Strada 4 Palazzo Q8, 20089 - Rozzano - MI
Tel: 02.89 25 901 - Fax: 02.57 51 06 07
infom@mortadellabologna.com www.mortadellabologna.com

OrigineDescrizione prodottoTecnica produttiva
 

Origine
Il nome mortadella viene fatto risalire all’epoca romana. Secondo alcune fonti deriva da “Mortarium” (mortaio), un utensile usato per schiacciare la carne di maiale, rappresentato in un basso rilievo di una pietra funeraria conservata al museo archeologico di Bologna; altre fonti ritengono che la parola provenga da “Murtada” (pilottata con mirto, una pianta tipica della macchia mediterranea). La produzione della mortadella può essere localizzata in un’area di influenza romana che si estende dall’Emilia Romagna al Lazio. A partire dal tardo periodo rinascimentale  sono numerose le tracce di questo prodotto in testimonianze letterarie e storiche delle varie epoche. Nel 1661 il cardinale Farnese emise un bando che codificava la produzione della mortadella fornendo uno dei primi esempi di disciplinare simile a quelli  attuali dei marchi DOP e IGP. La fabbricazione e l’applicazione dei previsti sigilli di garanzia erano di competenza della Corporazione dei Salaroli, una della più antiche di Bologna che già nel 1376 aveva per stemma un mortaio con relativo pestello.
A partire dall’800 la mortadella ha aumentato la sua presenza sui mercati italiani e esteri anche grazie alla nascita delle prime attività a carattere industriale per la lavorazione di carni suine, attività che accolsero e consolidarono, come patrimonio irrinunciabile, la ricetta e la tradizione di questo insaccato.
La versatilità di questo prodotto ha contribuito al suo ininterrotto successo nei passati 2000 anni e ancora oggi contribuisce ai numerosi consensi che incontra e alle ottime prospettive future.

schedacutok