VALORI NUTRIZIONALI

I Salumi italiani DOP e IGP rappresentano una delle eccellenze dell’agroalimentare italiano, apprezzate in tutto il mondo. Se gusto, legame con il territorio e qualità certificata sono caratteristiche intrinseche e riconosciute ai Salumi tutelati, è importante sottolineare quanto il comparto della salumeria italiana sia impegnato da anni in un percorso di miglioramento degli aspetti nutrizionali che coinvolge tutta la filiera – dall’allevamento alle tecnologie di produzione – nel rispetto delle ricette e delle lavorazioni tradizionali.

L’attenzione alle tematiche di Alimentazione e Salute risponde alla crescente ricerca – da parte del consumatore – di qualità e tipicità, unitamente alla domanda di prodotti che ben si inseriscano all’interno di un’alimentazione varia, sana ed equilibrata. I Salumi, nello specifico le produzioni DOP e IGP, presentano qualità uniche che si sposano con queste tendenze.

I salumi sono parte integrante della tradizione gastronomica italiana.

Coniugando gusto, tradizione, versatilità, apporto nutrizionale e convivialità, i salumi risultano un alimento adatto e trasversale a tutta la popolazione e ai differenti – e sempre in evoluzione – stili di vita e momenti di consumo. Il netto miglioramento nutrizionale dei Salumi italiani – come evidenziato  dal primo lavoro di analisi del 2011 e confermato da progetto di aggiornamento  2017 svolto sempre dal CREA (Centro Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, ex-INRAN) e SSICA (Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari) – mette in luce una categoria di alimenti ‘rinnovata’, sempre più in linea con le richieste nutrizionali del consumatore moderno e con le raccomandazioni dietetiche diffuse dalla comunità scientifica.

I salumi italiani possono essere dunque considerati una categoria di alimenti in grado di soddisfare la ricerca del gusto e in linea con le esigenze di un’alimentazione equilibrata. Hanno inoltre alcune caratteristiche intrinseche che ne valorizzano il consumo e li rendono adatti a tutte le tipologie di consumatori e ai diversi momenti di consumo: legame con il territorio e con la tradizione, versatilità di utilizzo, facilità di preparazione e conservazione e, non da ultimo, un’innata convivialità.